Este sitio utiliza cookies para brindarte una mejor experiencia. Si sigues navegando, acepta el uso de cookies por parte nuestra OK

18^ Assemblea Generale dell'ICOMOS e Simposio scientifico (Firenze, 9-14 novembre 2014)

Fecha:

20/10/2014


18^ Assemblea Generale dell'ICOMOS e Simposio scientifico (Firenze, 9-14 novembre 2014)
Dal 10 al 14 novembre 2014 la città di Firenze ospiterà la 18^ Assemblea Generale dell'ICOMOS dell'ICOMOS, che si riunisce una volta ogni tre anni.
ICOMOS Internazionale (Consiglio Internazionale dei Monumenti e dei Siti) è un'organizzazione internazionale non governativa impegnata a promuovere la conservazione, la protezione, l'uso e la valorizzazione del patrimonio culturale mondiale.
ICOMOS si dedica inoltre alla promozione dell'etica della conservazione in tutte le sue attività e ad accrescere la consapevolezza da parte del pubblico del valore del patrimonio storico e artistico in tutte le sue forme e diversità.
Tra le sue principali attività, svolge la funzione di organismo tecnico consultivo dell'UNESCO per la valutazione dei siti candidati all'iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale.
La 18^ Assemblea Generale è organizzata dal Comitato Nazionale Italiano di ICOMOS, che nel 2011 ha promosso con successo la candidatura della città di Firenze ad ospitare l'evento, con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
Lo svolgimento di questo importante evento nel nostro Paese riafferma, a breve distanza dal III Forum UNESCO sulla Cultura e le Industrie Culturali (Firenze, 2-4 ottobre 2014 - cfr. Msg. in riferimento), il carattere prioritario che l'Italia annette ai temi della tutela e promozione del patrimonio culturale.
I lavori dell'Assemblea Generale comprenderanno anche lo svolgimento di un Convegno Scientifico, dal titolo "Riduzione dei rischi al patrimonio culturale dovuti allo sviluppo incontrollato in ambito globale".
Il Simposio si propone di affrontare i seguenti cinque temi:
- il turismo ed il trasferimento di conoscenze come strumenti per conoscere e condividere l'identità culturale delle comunità;
- il paesaggio come habitat culturale;
- le conoscenze tradizionali come forme di sostenibilità;
- la tutela attraverso la valorizzazione delle comunità locali;
- nuovi strumenti per le attività di tutela e conservazione.
Si tratta di tematiche che hanno già raccolto ampio e significativo interesse nella comunità scientifica di settore.
Gli organizzatori attendono a Firenze l'arrivo di circa 1000 tra delegati, studiosi, esperti ed Autorità provenienti da 95 Paesi, che presenzieranno all'Assemblea Generale e alle cinque sessioni in cui si articolerà il Simposio.

478