Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

"InGenio en la Neurociencia" con Facundo Manes

Data:

04/12/2019


Leonardo: Argentina, riconoscimento per 'In-genio italiano', considerato dalla Camera dei deputati di 'interesse culturale'.

(ANSA) - BUENOS AIRES, 4 DIC - Con una conferenza del neurologo argentino Facundo Manes su 'Leonardo, un neuroscienziato?', si è concluso in Argentina il ciclo 'In-genio italiano, l'arte di innovare e costruire il futuro', organizzato dall'ambasciata d'Italia a Buenos Aires nell'ambito delle celebrazioni svoltesi nel mondo per i 500 anni della morte dell'eclettico artista del Rinascimento nato a Vinci.

Nel saluto di benvenuto nella sua residenza, l'ambasciatore Giuseppe Manzo ha sottolineato il successo avuto dalle decine di eventi da noi realizzati quest'anno - gli ultimi sono stati le mostre 'Le macchine di Leonardo' e 'La bellezza della conoscenza' - che "hanno provato l'attualità e l'influenza in Argentina dell'artista toscano.

A riprova di questo Manzo ha annunciato ufficialmente che il ciclo dedicato a Leonardo è stato dichiarato di 'interesse culturale' dalla Camera dei deputati argentina.

Prendendo a sua volta la parola, Manes ha risposto subito positivamente all'interrogativo posto per la conferenza, assicurando che l'artista "non solo era, fra le sue molteplici inclinazioni, anche un neuroscienziato, ma che lo fu in grande, per gli studi, documentati dai suoi disegni, su cervello e sistema nervoso centrale e periferico".

Il neurologo argentino ha quindi ricordato che "purtroppo Leonardo non ha codificato in testi scritti gran parte delle sue meditazioni in materia di neuroscienza", mentre "lo ha fatto per un'altra delle sue ossessioni: quella di trovare nel corpo il luogo dell'anima".

Il paradosso del suo lavoro di ricerca, ha aggiunto Manes, "è stato che era troppo avanzato per le conoscenze dell'epoca, e che questo spiega perché molto spesso non fu preso in considerazione dagli scienziati di allora".

"Se rinascesse oggi? - si è infine chiesto - Leonardo si sorprenderebbe sicuramente dei progressi realizzati nella conoscenza del cervello, ma costaterebbe che, nonostante i secoli trascorsi, c'è ancora molto da fare per capirne a fondo il funzionamento".(ANSA).


Rassegna stampa:

04/12/2019 - INFOBAE
04/12/2019 - ANSALATINA

InGenio en la Neurociencia 1 InGenio en la Neurociencia 2
InGenio en la Neurociencia 3 InGenio en la Neurociencia 4
InGenio en la Neurociencia 6 fotone InGenio en la Neurociencia 7
InGenio en la Neurociencia 8 InGenio en la Neurociencia 9
InGenio en la Neurociencia 10 InGenio en la Neurociencia 11
InGenio en la Neurociencia 12 InGenio en la Neurociencia 13
InGenio en la Neurociencia 15 InGenio en la Neurociencia 14

888