Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Candidatura di Roma a Expo 2030

Data:

16/03/2022


Candidatura di Roma a Expo 2030

Lo scorso 3 marzo presso il Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai si è tenuto l’evento ufficiale di lancio della candidatura di Roma per Expo 2030, nel corso del quale (qui il relativo video in italiano e in inglese) sono stati illustrati i contenuti e il progetto concettuale della candidatura di Roma, che ruoterà attorno alle seguenti cinque aree:

  1. Evoluzione e rigenerazione;
  2. Diversità e inclusione;
  3. Sostenibilità e circolarità;
  4. Digital first and ZED (Zero Emission Digital);
  5. Decentralizzazione e connessione.

Perché Roma?

 

Nel suo sviluppo di quasi tremila anni, Roma è stata capace di reinventarsi attraverso i secoli, fino a meritarsi l’appellativo di “città eterna”. Le sue radici, che affondano nella continua spinta all’innovazione, all’arte e all’integrazione tra fedi e culture, oggi diventano il nuovo punto di partenza verso un futuro di accoglienza e di vivibilità. Il tema proposto “People and territories: urban regeneration, inclusion and innovation” è strettamente collegato al DNA della capitale d’Italia: la rigenerazione urbana.

La pandemia ha portato a superare la vecchia idea di città, a favore di nuovi spazi di creatività e socialità. La nuova idea di metropoli può essere concepita come un arcipelago in cui si intrecciano reti locali e globali, sistemi produttivi e ambientali, identità culturali, strumenti di cooperazione e inclusione. È un confronto aperto, cui sono chiamate a partecipare le istituzioni globali. A Roma, tutti Paesi partecipanti potranno dare il proprio contributo per individuare il modello di convivenza urbana del futuro.

Logo Expo Roma 2030

 

Roma vuole essere il centro di un nuovo modello di città: inclusivo, interconnesso, sostenibile e condiviso. Il logo di Expo 2030 Roma, che richiama la forma di una porta e di un arco, da una parte è un invito a entrare e partecipare alla visione collettiva, dall’altra, un invito a guardare oltre, al futuro e alle sue infinite possibilità. Il logo di Roma Expo 2030 è - primo caso nella storia dell’Expo - un Non-Fungible Token (NFT), un pezzo unico di arte digitale che ci accompagnerà verso un futuro sostenibile, digitale e connesso.

Visita il sito ufficiale per più informazioni e segui la candidatura di Roma Expo 2030 su Twitter, Facebook, Instagram, YouTube e Discord.


1159