Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Elezioni Politiche 2018

Data:

26/02/2018


Elezioni Politiche 2018

 

 

26/02/2018 - Avviso svolgimento elezioni politiche italiane in Argentina

Vi ricordiamo che le schede votate dovranno pervenire ai Consolati di riferimento entro le ore 16:00 del 1 marzo attraverso la busta preaffrancata inserita nel vostro plico elettorale.
 

21/02/2018 - Avviso svolgimento elezioni politiche italiane in Argentina

Vi ricordiamo che la chiusura delle operazioni di voto in Argentina per le elezioni politiche 2018 è il 1 marzo alle ore 16:00. Qualsiasi voto giungerà dopo il termine non potrà essere considerato valido. Se non aveste ricevuto ancora il plico elettorale, vi ricordiamo che è possibile richiederlo presso il vostro Consolato di riferimento, anche sabato 24 e domenica 25 febbraio.

 

16/02/2018 - Avviso svolgimento elezioni politiche italiane in Argentina

Vi ricordiamo che il Correo Argentino consegnerà personalmente presso l’indirizzo da voi indicato il plico contenente il materiale elettorale. Per consentire di raggiungere anche chi non dovesse trovarsi al proprio domicilio al momento della consegna, il postino lascerà un avviso che vi permetterà di ritirare personalmente il plico anche nei tre giorni successivi presso l’ufficio postale indicato.

Se non riceverete il plico, da domenica 18 febbraio contattate il vostro Consolato di riferimento.

Tutti i nostri uffici consolari sono pronti a ricevere ogni richiesta di chiarimento e segnalazione oltre ai normali orari di ufficio. I Consolati rimarranno aperti nel fine settimana precedente al voto in Italia (24 e 25 febbraio) e anche la domenica 18 febbraio, tra le 10 e le 13.

 

14/02/2018 - Avviso svolgimento elezioni politiche italiane in Argentina

In vista dell’elezione della XVIII Legislatura, in questi giorni il Correo Argentino (Correo Oficial de la República Argentina S.A.) sta provvedendo a recapitare i plichi elettorali. I plichi contengono le schede sulle quali potrete esprimere il vostro voto per eleggere i rappresentanti degli italiani che vivono in America Meridionale (2 Senatori e 4 Deputati).

I plichi vi saranno consegnati personalmente presso l’indirizzo da voi indicato. Per consentire di raggiungere anche chi non dovesse trovarsi al proprio domicilio al momento della consegna, il postino lascerà un avviso che vi permetterà di ritirare personalmente il plico anche nei tre giorni successivi presso l’ufficio postale indicato.

Nel plico elettorale sono contenute le istruzioni in italiano e spagnolo per votare e per inviare la busta con il vostro voto al Consolato di riferimento. La busta è preaffrancata ed indirizzata allo stesso Consolato. Ciò vi consentirà, una volta compilata la scheda, di provvedere più rapidamente e agevolmente all’invio della busta, che deve necessariamente pervenire al Consolato entro le ore 16:00 di giovedì 1 marzo. Il voto è personale, libero e segreto. La busta con il vostro voto va imbucata personalmente e non affidata ad altri.

 

09/02/2018 - Video: Elezioni politiche 2018 - Come si vota

fotogramma video 01

 

18/01/2018 - Materiale informativo.

Chi vota, come e quando

Il plico elettorale

 

09/01/2018 - Istruzioni per la presentazione ed ammissione delle candidature.

Si informa che al seguente link del sito del Ministero dell'Interno sono state pubblicate le istruzioni per le presentazioni ed ammissioni delle candidature relative alla Circoscrizione estero.
Eventuali quesiti e chiarimenti interpretativi dovranno essere rivolti dagli interessati direttamente al Ministero dell'Interno, Direzione centrale dei servizi elettorali.

 

03/01/2018 - Elettori iscritti AIRE temporaneamente dimoranti in altra circoscrizione consolare.

Modello di opzione per elettori iscritti AIRE e temporaneamente dimoranti in altra circoscrizione consolare

 

03/01/2018 - Elettori temporaneamente all’estero.

Modello di opzione per elettori che si trovano temporaneamente all'estero

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle elezioni per il rinnovo del Parlamento, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, comma 1 dell’art. 4-bis), ricevendo la scheda al loro indirizzo all’estero.

Per partecipare al voto all’estero, tali elettori dovranno – entro il 31 gennaio 2018 - far pervenire AL COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali un’apposita opzione. E’ possibile la revoca della stessa opzione entro lo stesso termine. Si ricorda che l’opzione è valida solo per il voto cui si riferisce (ovvero, in questo caso, per le votazioni del 4 marzo 2018).

La dichiarazione di opzione (qui fac-simile del modello di opzione) può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato.

La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (vale a dire che ci si trova - per motivi di lavoro, studio o cure mediche - in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle consultazioni; oppure, che si è familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni).

La dichiarazione va resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), dichiarandosi consapevoli delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci (art. 76 del citato DPR 445/2000).

 

02/01/2018 - Decreto di indizione delle elezioni. Opzione di voto in Italia per gli elettori iscritti in AIRE.

Con Decreto del Presidente della Repubblica n. 209 del 29 dicembre 2017 sono state indette per il 4 marzo 2018 le votazioni per l'elezione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.

A seguito dell'avvenuto scioglimento anticipato delle Camere, l'elettore residente all'estero può esercitare l'opzione per il voto in Italia entro il decimo giorno successivo alla indizione delle votazioni (entro l’8 gennaio 2018).

L'elettore iscritto nell'AIRE che intende di andare a votare in Italia, dovrà far pervenire all'Ufficio consolare competente per residenza un'apposita dichiarazione (modello opzione) su carta libera che riporti: nome, cognome, data e luogo di nascita, luogo di residenza, indicazione del comune italiano d'iscrizione all'anagrafe degli italiani residenti all'estero, l'indicazione che intende di andare a votare in Italia in occasione delle elezioni per il rinnovo della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica che si terranno il 4 marzo 2018. La dichiarazione deve essere datata e firmata dall'elettore e accompagnata da fotocopia di un documento di identità valido dello stesso e può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano all'Ufficio consolare, anche tramite persona diversa dall’interessato, entro l’8 gennaio 2018, con possibilità di revoca entro lo stesso termine.

Come prescritto dalla normativa vigente, sarà cura degli elettori verificare che la comunicazione di opzione spedita per posta sia stata ricevuta in tempo utile dal proprio Ufficio consolare.

La scelta di votare in Italia può essere successivamente REVOCATA con una comunicazione scritta da inviare o consegnare all’Ufficio consolare con le stesse modalità ed entro gli stessi termini previsti per l’esercizio dell’opzione.

Se si sceglie di rientrare in Italia per votare, la Legge NON prevede alcun tipo di rimborso per le spese di viaggio sostenute, ma solo agevolazioni tariffarie all’interno del territorio italiano.

 

02/12/2017 - Comunicato stampa per gli italiani residenti all'estero

Comunicato stampa per gli italiani residenti all'estero (diritto di opzione e dovere di mantenere aggiornata la propria situazione anagrafica presso il Consolato)

 

elezioni politiche 2018 opzione

elezioni politiche 2018 indirizzo


652