Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Attività di cooperazione scientifica

 

Attività di cooperazione scientifica

COOPERAZIONE SCIENTIFICA E TECNOLOGICA

La collaborazione scientifica e tecnologica tra Italia e Argentina, promossa dall’Ambasciata d’Italia, si articola attraverso un’ampia serie d'iniziative di promozione dei rapporti tra istituzioni ed enti di ricerca scientifica e di sviluppo tecnologico di entrambi paesi coordinate dall’Ufficio dell’Addetto Scientifico. Queste attività sono focalizzate in diversi settori prioritari definiti nell’ambito dei protocolli di cooperazione siglati da entrambi i governi e comprendono la firma di un gran numero di accordi tra Università ed Enti di ricerca nei campi più diversi. Le principale attività di cooperazione scientifica e tecnologica tra l’Italia e l’Argentina si dettagliano a continuazione:


PRINCIPALI ATTIVITÀ DI COOPERAZIONE SCIENTIFICA:

  • Programma Esecutivo di Cooperazione Scientifica e Tecnologica Italia–Argentina, 2020-2022 attualmente in fase di negoziazione, definito nell’ambito del Accordo di Cooperazione Scientifica e Tecnologica siglato da entrambi i governi nel anno 1997. Per il periodo considerato saranno finanziati progetti di scambio di ricercatori e progetti di ricerca di grande rilevanza sulle seguenti priorità:
    • Tecnologie Agroalimentari
    • Ambiente ed Energia
    • Biotecnologie e Salute
    • Fisica dell’Alta Energia
    • Tecnologie Spaziali
    • Scienze del mare
  • Progetto SIASGE (Sistema Italo-Argentino di Satelliti per la Gestione delle Emergenze), gestito congiuntamente dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e dalla Comisión Nacional de Actividades Espaciales (CONAE).
  • Coordinamento e gestione del Programma di Alta Formazione di specialisti argentini sulla gestione dei dati satellitari presso Università ed Istituti di Ricerca italiani nell’ambito dell’attività spaziale SIASGE. Il Ministero Italiano di Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale assegna annualmente 10 Borse di Studio per un periodo di 6 mesi da svolgere in Italia.
  • Sostegno della cooperazione tra la Commissione Nazionale di Energia Atomica (CNEA) e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) per la gestione di diversi progetti: Pierre Augier (Malargue, Mendoza), Qubic (San Antonio de los Cobres, Salta) e Laboratorio Andes (Aguas Negras, San Juan).
  • Coordinamento della collaborazione tra la geofisica italiana (INGV – INOGS) e argentina, ai fini dello studio dei fenomeni della desertificazione, alluvioni, della sismica e vulcanologia, oltre l’oceanografia.
  • Cooperazione sulla ricerca in Antartide tra il PNRA italiano (Programma Nazionale di Ricerca in Antartide), la Direccion Nacional del Antartico (Argentina) e l’Istituto Antartico Argentino.
  • Cooperazione e gestione di interscambi in ambito medico: nel settore oncologico, tra la Sapienza e diversi Policlinici argentini; in epatologia molecolare tra il Centro di Studi Fegato di Trieste e l’Università Favaloro e l’Università Nazionale di Rosario (UNR), con la quale si è costituito l’unico laboratorio di Criobiologia molecolare del Sudamerica.
  • Cooperazione con il Centro Internazionale di Disegno Tomas Maldonado istituito dal Ministero Argentino di Scienza e Tecnologia in collaborazione con diverse Università Italiane coordinate dal Politecnico di Milano.
  • Raccolta e diffusione presso Enti ed Istituzioni di Ricerca italiani, attraverso la rete informativa RISeT, di informazioni rilevanti e opportunità di avviare nuove collaborazioni in campo scientifico-tecnologico, con particolare attenzione alla ricerca applicata e al trasferimento di tecnologia.
  • Sostegno, assistenza e monitoraggio dell’azione delle Università italiane in Argentina, della cooperazione interuniversitaria e della promozione delle opportunità offerte dal Programma di Internazionalizzazione del Sistema Universitario Italiano del MUR (Ministero dell’Università e della Ricerca).
  • Analisi e monitoraggio del sistema di Scienza e Tecnologia argentino (organizzazione, evoluzione, novità degli enti di ricerca, istituzioni, imprese, politiche scientifiche, studi settoriali, analisi di case-histories, centri di eccellenza, ecc.).
  • Raccolta e diffusione, presso enti e istituzioni argentine, di opportunità di cooperazione scientifico-tecnologica e finanziamenti stanziati dal Governo italiano e da istituzioni ed enti italiani; sostegno all’azione di enti di ricerca italiani in Argentina (i.e. programma di collaborazione CNR-CONICET).
  • Sostegno e assistenza alla cooperazione italo-argentina nell’ambito di iniziative multilaterali, in particolare promuovendo la partecipazione di ricercatori argentini, in collaborazione con quelli italiani, ai programmi dell’Unione Europea.
  • Organizzazione di una serie di attività ed eventi d’interesse di aziende italiane nel settore delle nuove tecnologie in collaborazione con l’Ufficio Economico-Commerciale dell’Ambasciata e l’ICE (Istituto Nazionale per il Commercio Estero).

Con l’obiettivo di favorire lo sviluppo della cooperazione bilaterale nell’ambito scientifico e tecnologico, ci rivolgiamo a:

  • Istituzioni Accademiche o di Ricerca argentine, gruppi di ricerca, ricercatori ed imprese interessati a collaborare con le controparti italiane in settori specifici;
  • Gruppi di ricerca o ricercatori appartenenti a istituzioni accademiche o di ricerca e ad imprese argentine interessati a far conoscere un progetto con idee innovative e di potenziale interesse per lo sviluppo del settore produttivo in Italia;
  • Istituzioni o imprese argentine interessate a tecnologie e/o servizi che possano essere forniti da imprese italiane.

Chi fosse interessato, può inviare una breve relazione informativa all’Ufficio dell’Addetto Scientifico e fornire i dati completi di una persona di contatto in Argentina (nome e cognome, ente di appartenenza, ruolo, indirizzo completo, telefono, fax, e-mail). L’Addetto Scientifico valuterà se l’informazione è di sufficiente interesse per essere diffusa attraverso il sistema.

L’obiettivo è quello di diffondere l’informazione, affinché i successivi contatti (fra chi in Italia sia interessato ad approfondire una particolare proposta per darle un seguito e il proponente Argentino) avvengano direttamente fra le parti interessate. La controparte argentina è pregata di informare l’Ufficio Scientifico di tutte le eventuali richieste di informazioni e manifestazioni di interesse che le siano pervenute, ed ovviamente di notificare nel caso in cui tali contatti diano origine ad attività di collaborazione.

 

PIATTAFORMA INNOVITALIA DEI RICERCATORI ITALIANI ALL’ESTERO

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca hanno creato la piattaforma INNOVITALIA per la diffusione di informazioni e la creazione di opportunità di networking per i ricercatori, le imprese e le istituzioni italiane nello scenario internazionale, contribuendo alla promozione integrata dell’Italia nel mondo

Registrazione ad INNOVITALIA: www.innovitalia.esteri.it

L’iscrizione a INNOVITALIA è riservata a:

  • ricercatori italiani all’estero (o che hanno avuto in precedenza significative esperienze all’estero per un periodo superiore ai 12 mesi)
  • ricercatori stranieri in Italia (o che hanno avuto in precedenza significative esperienze di studio o ricerca in Italia per un periodo superiore ai 12 mesi)

Possono registrarsi a INNOVITALIA anche le pubbliche amministrazioni, le istituzioni scientifiche e accademiche, le imprese italiane e le associazioni dei ricercatori italiani all’estero interessate a partecipare al network.

CONTATTI

Prof. Jose’ M. Kenny
Addetto Scientifico
Ambasciata d’Italia
Billinghurst 2577
(1425) Buenos Aires
Tel: (011) 4011-2161
E-mail: buenosaires.scienza@esteri.it

 

Data ultimo aggiornamento: 15/05/2020


114