Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Missioni archeologiche

Tra gli obiettivi strategici del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) figurano le missioni archeologiche, antropologiche ed etnologiche italiane all’estero. La concessione dei contributi avviene annualmente tramite la pubblicazione di un bando, che regolamenta la presentazione delle richieste, la selezione dei progetti e la rendicontazione delle spese sostenute.

In Argentina è presente, con il contributo economico del MAECI e il supporto dell’Ambasciata d’Italia a Buenos Aires, la “Missione etnologica per il Sud America” diretta dal prof. Alessandro Simonicca, già Professore Associato Confermato e attualmente responsabile della Start Up “TAMERICI”, della Sapienza Università di Roma. Il progetto, negli anni, si è sviluppato in continuità secondo diverse attività che hanno compreso: studi sull’agricoltura intensiva nella zona di Córdoba, temi di cittadinanza, italo-discendenti, comunità andine della provincia di Salta e soprattutto studi culturali e ambientali sul Gran Chaco. Agli scopi sono state previste e svolte campagne di ricerca sul campo così come di divulgazione, anche in forma virtuale, con l’organizzazione di simposi per la presentazione dei risultati o attraverso tavole rotonde come accaduto nell’ambito del “IX Convegno di Antropologia Applicata”. Da segnalare anche la Conferenza “El Chaco de ayer y hoy – Jornada de estudios: exploracion y emigración italiana en el Chaco”, organizzata a Buenos Aires in collaborazione con la Fondazione Gran Chaco e il Centro Italo-Argentino di Alti Studi – CIAAE, con la partecipazione della ricercatrice Chiara Scardozzi.

Ciò conferma l’importanza che l’Ambasciata d’Italia a Buenos Aires attribuisce alla promozione e alla diffusione dell’esperienza italiana nella valorizzazione del patrimonio archeologico, antropologico ed etnologico in Argentina.

La procedura per la richiesta di nuovi contributi, aggiornata al 2023, è descritta nella sessione Missioni archeologiche e Patrimonio del sito del MAECI.